Titoli

Guasto

Copertina

Share: Facebook / Twitter

Storie di errori e marciumi, dolori e distruzioni. Coltivazioni che fanno ammalare e muffe che fanno stare meglio, quartieri abbattuti e ricostruiti, cibi che il corpo non tollera, la moda dell’acido e il potere rivoluzionario della spazzatura. Una spettacolare rivolta del pane, le leggende sul pane del boia, la capacità del cibo di evocare persone perdute.


Pagine: 112

ISBN: 9788870918335

Prezzo: 19,00 €

Uscita: Novembre 2022

Contributi di: Emiko Davies, Federico di Vita, Giacomo Giossi, Tommaso Melilli, Caterina Orsenigo, Marco Rossari, Gabriele Rosso, Diletta Sereni, Lara Williams e rubriche di Silvia Cancellieri (Forno Tondo), Riccardo Bocci (Rete Semi Rurali)

A cura di: Diletta Sereni

Illustrazioni: Gianluca Cannizzo

Sommario

La polenta sorda

— Tommaso Melilli

La storia della Pianura Padana è anche, segretamente, la storia di un cereale che viene da un altro mondo. Fra miseria, malattia, contadini, padroni e una terra che nessuno sembra più capire.

Le spore della mente

— Federico Di Vita

I funghi sono trattati dalla nostra cultura con confusione e sospetto. Il loro riscatto arriva dalla scienza, che ne sta riscoprendo le proprietà biologiche e terapeutiche, decisive per il nostro ecosistema e per la nostra salute mentale.

Il fondo del bidone

— Lara Williams

Recuperare prodotti ancora buoni dalla spazzatura della grande distribuzione è un gesto che tiene insieme istinto pratico, denuncia del consumismo e una sovversione consapevole dei cliché di genere.

Acido a chi?

— Gabriele Rosso

Da sapore che rappresentava il cibo andato a male a gusto protagonista della nuova gastronomia d’avanguardia. La rivincita dell’acido porta però i segni di un fenomeno elitario.

Ogni passato che puoi immaginare

— Diletta Sereni

La gentrificazione rende i luoghi espressione di una grande amnesia collettiva. Il cibo è uno degli strumenti di questa trasformazione.

Il vortice dello spettatore

— Marco Rossari

Rileggere un capolavoro dimenticato della letteratura mondiale si rivela una lezione inaspettata sui populismi, le fake news e i complotti che riteniamo, erroneamente, fenomeni tutti contemporanei.

Le mille accortezze

— Caterina Orsenigo

Il pane è affollato di superstizioni che trasfigurano vicende, dogmi e cose pratiche nel rischio di una sfortuna sempre in agguato. Anche le culture e le persone più razionali faticano a disfarsi di questo bagaglio.

Un giorno capirai

— Emiko Davies

Il nattō giapponese provoca entusiasmo o disgusto a seconda dei casi, soprattutto per via della sua consistenza. I gusti però possono cambiare.

Before it was cool

— Lorenzo Mapelli

Cronache da una diagnosi di celiachia prima che il senza glutine diventasse sinonimo di salutismo, e della ricerca di un compromesso tra sicurezza e gioia del mangiare, tra rinuncia e conquista.

Parti minime

— Giacomo Giossi

Il ricordo di un padre. Rituali, fissazioni, epifanie alimentari.

Sottobosco

Fotografie